mercoledì 26 settembre 2007

Chiavi negative

Questo blog, stranamente, lo considero anche un diario. Qui mi pare di non aver mai parlato dei miei fatti personali ma allo stesso tempo sono consapevole di avere io e poche altre persone (forse una sola) la chiave per leggerlo in negativo, per le cose non scritte più che per quelle scritte. E’ interessante quando si riesce a mettere dentro le cose più strati e livelli, non necessariamente elevati, ma tutti impregnati di significati. Ieri mi sono reso conto che non posso asciugare il più grande pianto del mondo e, in realtà, per evitare che avvenisse avrei potuto fare ben poco. Comunque mi sento triste anche io e sento tutte le mancanze e tutti gli spifferi che entrano nei vuoti e nelle crepe che rimasti dentro di me. Ci vuole molto coraggio e la riparazione di molti buchi in questa camera d’aria di bicicletta che è l’involucro della mia anima. Ho quarant’anni e, per un verso, la nuova età mi ossessiona, per l’altro, li voglio dimostrare. Ciao

2 commenti:

Dario D'Angelo ha detto...

Ho quarant’anni e, per un verso, la nuova età mi ossessiona, per l’altro, li voglio dimostrare.

:-)

Il cane di Jack ha detto...

Ho appena modificato il post, ma non questo pezzetto :-)