giovedì 1 novembre 2007

Un'altra di Ungaretti

Non trovo di meglio per commemorare i defunti che postare un'altra poesia di Ungaretti:



San Martino del Carso
Valloncello dell'Albero Isolto il 27 agosto 1916


Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro
Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto
Ma nel cuore
nesuuna croce manca
E' il mio cuore
il paese piú straziato

2 commenti:

giulia ha detto...

Amo Ungaretti ed è bello a volte cedere a lui la parola, Giulia

Il cane di Jack ha detto...

Queste poesie di guerra danno i brividi. Specie quella che ho postato l'altra volta, "Veglia", che mi era venuta in mente al proposito dello stare vicino a cose malvagie come la guerra e del restare ugualmente attaccati alla vita e all'amore.
Ciao e grazie non tanto del commento (che va ad Ungaretti :-) quanto della visita, che è un onore per me.
Isidoro