giovedì 8 novembre 2007

Commento al post precedente

Avevo promesso che avrei fatto un post ben documentato ed esauriente sulla certezza della pena. Poi ho riflettuto che è troppo faticoso e forse anche inutile. Quindi non mantengo la lettera della promessa, con l'auspicio di rispettarne almeno lo spirito.
Meglio affrontare singoli argomenti.
La sospensione condizionale mi è sembrato uno dei migliori per cominciare.
La norma è quella che ho postato in precedenza. In pratica oggi si tratta di un diritto, una specie di "bonus" che permette a tutti noi di commettere reati anche abbastanza gravi e di non scontare nemmeno un giorno di carcere. Ma nel codice non è scritto così: infatti nel successivo articolo 164 del codice penale è scritto che:
La sospensione condizionale della pena è ammessa soltanto se, avuto riguardo alle circostanze indicate nell'articolo 133, il giudice presume che il colpevole si asterrà dal commettere ulteriori reati.
In pratica però i giudici questo potere discrezionale non lo applicano quasi mai (d'altra parte è difficile giustificare disparità di trattamento che poi dovrebbero essere specificamente motivate), e si appiattiscono nel concederla sempre.
Per me sarebbe meglio indicare i reati per cui deve essere concessa e quelli per i quali non dovrebbe mai essere concessa: per esempio gli scippi in cui una delle vittime è ultrasessantenne, o le violenze domestiche, o gli omicidi colposi, quando il reato è stato commesso in stato di ebbrezza.
Comunque se vogliamo parlare di certezza della pena (o meglio di una sua aumentata capacità deterrente), una delle cose che, secondo me, andrebbero modificate al più presto è questa norma.

2 commenti:

Frida ha detto...

Concordo. Aggiungerei, senza parlar di norme e da non addetta ai lavori, un'altra cosa: investire e finanziare e ri-organizzare l'amministrazione della giustizia. Cioè..far in modo, semplicemente, che...i processi si facciano, seriamente ed in tempi ragionevoli. Sarebbe già una conquista, credo, in Italia...
Ciao

Dario D'Angelo ha detto...

Buon senso e rapidità... cambiamo nazione? :-)