martedì 29 aprile 2008

Una citazione

Se esiste un uomo non violento, perché non può esistere una famiglia non violenta? E perché non un villaggio? una città, un paese, un mondo non violento? (Gandhi)

Questa sera sono andato per citazioni. Forse ho fatto un'insalata, o forse no. Sono frasi sulla libertà, sulla democrazia (quella autentica non è solo un elezionificio) e sulla non violenza. Ho anche citato Berlusconi e non so se ho fatto bene o male. Di certo sono note dissonanti in mezzo a tutte le altre stonature del Berlusconi-pensiero, riportate in wikiquote :-)

Stasera stranamente mi viene da pensare a una frase di De Andrè, ultima citazione per questa sera e poi a nanna :-)

Ama e ridi se amor risponde
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior.
(Da "Via del Campo")

4 commenti:

Frida ha detto...

Caro I. stavo per andare a nanna anch'io, ma ho visto che hai aggiornato e mi son fermata un attimo a leggere..Di tutte le citazioni, io quoto De Andrè. Non che non apprezzi Gandhi, ci mancherebbe! E' che..non mi sento un animo troppo "pacifico", per ora ;-) E poi De Andrè è stato un poeta, prima che un cantante, davvero insuperabile..Un "immortale"..Uno che conosceva la vita molto a fondo, che non era mai banale e che restava sempre dalla parte degli ultimi..
Sulle citazioni di Berlusconi..Beh! Sono certamente equivoche,o, quantomeno, come hai detto tu, dissonanti..In ogni caso le eccezioni non fanno la regola..(non ancora..)
Una buona notte
Frida

nonsoloattimi ha detto...

Credo che finchè ci porremo delle domande, finchè avremo dei dubbi e ci chiediamo il perchè delle cose, ebbene, finchè faremo tutto questo vorrà dire che abbiamo una coscienza... e non è poco per cominciare a cambiare le cose.
un bacio
Claudia

Dama Verde ha detto...

Bellissime citazioni, in particolare quelle provenienti da persone note per la loro onestà e forza intellettuale.

Ciao Jack!

Il cane di Jack ha detto...

@ Patrizia: Ovviamente su Berlusconi scherzavo, anche se le citazioni veramente si trovano su wikiquote. Il fatto è che quando si è miliardari è molto facile essere liberi. Ma la nostra libertà, quella di noi umili, è fondata sul rispetto di noi stessi, non sui soldi. Non ho nulla contro l'essere ricchi, non è una colpa. Piuttosto forse sono i ricchi a odiare i poveri, per esempio, i datori di lavoro sembrano volere morti i loro operai; i produttori sembrano volere la cattiva salute dei consumatori; i politici detestano gli elettori perché sanno che sono gli unici a poterli mandare a casa; e altri mille esempi di questo genere.
@ Frida: De Andrè era veramente un grande e molto spesso mi risuona nella mente questo pezzo in cui parla del letame e dei fiori. Visto che lui era più saggio di noi, possiamo sperare che in questo letamaio che è l'Italia di oggi, si possano trovare la forze e l'energia per il cambiamento, per la solidarietà, per la rettitudine e per la poesia.
@ Claudia: i dubbi e le domande sono un modo per fare funzionare il cervello, quello proprio e quello degli altri. Ci sono momenti in cui abbiamo bisogno dell'intelligenza e dell'esperienza altrui. Io ho bisogno di te e tu di me. Insieme possiamo fare un perimetro di resistenza, a patto di non diventare dogmatici e fanatici e di accettare le nostre tante diversità.
Un bacio a tutte e tre.
I.