sabato 22 marzo 2008

Lupi e agnelli

Respirerà come profumo il timore del SIGNORE,
non giudicherà dall'apparenza,
non darà sentenze stando al sentito dire,
4 ma giudicherà i poveri con giustizia,
pronuncerà sentenze eque per gli umili del paese.
Colpirà il paese con la verga della sua bocca,
e con il soffio delle sue labbra farà morire l'empio.
5 La giustizia sarà la cintura delle sue reni,
e la fedeltà la cintura dei suoi fianchi.
6 Il lupo abiterà con l'agnello,
e il leopardo si sdraierà accanto al capretto;
il vitello, il leoncello e il bestiame ingrassato staranno assieme,
e un bambino li condurrà.
7 La vacca pascolerà con l'orsa,
i loro piccoli si sdraieranno assieme,
e il leone mangerà il foraggio come il bue.
8 Il lattante giocherà sul nido della vipera,
e il bambino divezzato stenderà la mano nella buca del serpente.
9 Non si farà né male né danno
su tutto il mio monte santo,
poiché la conoscenza del SIGNORE riempirà la terra,
come le acque coprono il fondo del mare.

(il neretto è mio)

Perché la Pasqua non diventi un giorno di ipocrisia, dico che ero un poco di buono ieri e lo sarò domani e dopodomani, almeno secondo gli standard ufficiali di Santa Romana Chiesa.
Ma questo brano di Isaia mi risuonava nella testa oggi....
Cerco di non nascondere niente e vi aguro buona Pasqua

5 commenti:

Frida ha detto...

..ho trovato i tuoi auguri sul mio blog..Così, prima di spegnere il computer, ti faccio anch'io i miei auguri di buona Pasqua, e di tutto, caro I. sincero "poco di buono" di ieri, oggi e domani....:-)..E grazie di aver "pescato" per noi questo brano davvero molto significativo..
Bacio
Frida

Anonimo ha detto...

ricambio gli auguri anche se ce li faremo insieme agli altri questa sera alle 21
MGL

Achille ha detto...

Mi permetta di aggiungere un brano dell'Apocalisse (4, 3-7), che riprende quei concetti e che mi commuove sempre:

“Udii allora una voce potente che usciva dal trono:
«Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate».
E Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»; e soggiunse: «Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci.
Ecco sono compiute!
Io sono l'Alfa e l'Omega,
il Principio e la Fine.
A colui che ha sete darò gratuitamente
acqua della fonte della vita.
Chi sarà vittorioso erediterà questi beni;
io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio”.

Un caro saluto e mille cari auguri.

Achille

Dama Verde ha detto...

Caro Sono il cane di Jack, hai postato un brano stupendo.

Come mai la chiesa propone esorcisti, anzichè letture così meravigliosamente dolci?

Grazie per quanto hai riportato che fa davvero bene all'anima.

Ciao!!!

Il cane di Jack ha detto...

Grazie a Frida, Gabriella, Achille e Patrizia per essere venuti a trovarmi.
@ Frida: mi piacerebbe essere migliore, non ferire mai gli altri e avere più convinzioni rispetto la verità, ma forse non sarei più me stesso.
@ Gabriella: non ci siamo visti. Sarà per la prossima volta.
@ Achille: grazie dell'aggiunta e degli auguri, che ricambio con affetto.
@ Patrizia: ce ne sono anche tremendi nella Bibbia, come quello dell'orsa che uccide dei ragazzini che avevano preso in giro il profeta Eliseo. Quando ero più vicino alla fede mi spiegavo queste cose dicendomi che questo libro non parla di Dio ma della vita, nella quale (secondo la convinzione di alcuni) vive ed opera Dio. Tuttavia più passa il tempo e più mi sento ignorante.
La speranza però è sempre più necessaria.
Un caro saluto e ancora auguri a tutti.
I.