mercoledì 2 gennaio 2008

Co.co.co costituzione (mi spiace parlarne piuttosto male) W la Repubblica!

Non so... non mi va di osannare senza discussioni, l'attuale costituzione. Certo, credo che vada celebrata la repubblica che ci liberò dai Savoia e fu il coronamento di tante lotte e di tanto sangue. Sono convinto che fu la Repubblica e non la Costituzione a darci quel poco di democrazia e di libertà di pensiero e di parola che abbiamo dal dopoguerra ad oggi. Il gesto libero di un popolo (soprattutto del nord) può fondare una nazione molto di più delle parole (spesso vane) di tanto nobili padri costituenti.
Di certo questi furono giganti rispetto ai politici di oggi, ma la guerra e le dittature temprano, magari hanno solo questo di buono, ma temprano.
Poi la costituzione, lo dico, per gli amici gay, fonda la famiglia sul diritto naturale :-) e dal punto di vista dei rapporti fra gli organi di governo è piena di falle. Ancora oggi il bicameralismo perfetto e certi meccanismi permettono che il governo sia ostaggio di pochi parlamentari e che l'attuale, in particolare, si sia spesso retto sulle malferme gambe della Montalcini e di altri vegliardi. Lo stesso regionalismo, mi pare il più grosso fallimento della teoria disegnata dalla costituzione (ma sono opinioni).
Io allora non mi sento di osannare e celebrare senza discussioni l'attuale costituzione, ma lo spirito repubblicano e democratico, sotteso ad essa e con questo non solo i padri costituenti, ma soprattutto la libera scelta di un popolo che decise di mandare a casa il simbolo stesso della vigliaccheria e del malgoverno.
Sono opinioni ...

2 commenti:

giulia ha detto...

Mi ritrovo col tuo pensiero...Giulia

Il cane di Jack ha detto...

Grazie della visita e del commento. Io devo fare sempre il bastian contrario, vero?
Ciao