mercoledì 9 gennaio 2008

I nonni

Riprendo il discorso di questo post di Claudia per parlare dei miei nonni:
I. Di lui mi ricordo di una volta, quando non era ancora malato, che mi portava a fare un giro in motorino. E poi mi ricordo di quando era malato o morto. A tre anni non credo si possa fare distinzione tra il sonno e la morte.
C. Me la ricordo sempre affaccendata e attiva. Non bella, non gentile; credeva che in televisione si parlasse di lei e si preoccupava tanto. Qualcuno fuori di testa deve pur esserci in ogni famiglia. Tuttavia si doveva riconoscerle una certa intelligenza.
M. Lo sciancato. Penso che in gioventù gli fossero tanto piaciute le donne e, forse a causa di queste colpe passate, era tartassato dalla gelosia della moglie. Lo ricordo anche per un senso dell'umorismo semplice, ma un po' ripetitivo. O forse è che i vecchi ripetono sempre le stesse cose. Morì nel sonno nella stessa posizione in cui dormiva, a pancia in su e con il braccio dietro la testa. Era così tranquillo e rilassato che fino a quando non arrivò il medico, tentavamo di svegliarlo.
M. L'ultima a lasciarmi. Quella che stravedeva per me. Lunga malattia. Mieloma. Diabete. Ma io me la ricordo per il suo frigo sempre pieno di formaggio e salame e perché mi difese dall'ira di mia madre una volta che mi successe una cosa, ecco, non troppo onorevole.
L'ho combinata. Doveva essere un post tenero con i nonni e invece ne sono uscite fuori figure di uomini e donne, come erano. Non che non facessero carezze, o non facessero regali. Anzi. Ma avevano le mani ruvide e la barba dura a volte.
Un bambino che ne sa?

7 commenti:

Frida ha detto...

..Non ti ci vedo a scrivere un post tenero ;-) :-), ma è bello quello che hai ricordato dei tuoi nonni: lo hai fatto in modo essenziale e veritiero, credo..Ognuno ha il suo stile..e questo è il tuo. Poi sai, è bello che tu possa parlare di tutti e quattro i nonni..Io non potrei, ad esempio..Due dei miei nonni son morti vari decenni prima che io nascessi..Han potuto essere solo genitori..( e per poco)senza avere il tempo di fare i nonni..
Ciao, e grazie anche di avermi fatto pensare ai miei nonni..Magari, chissà..ci scriverò prima o poi anch'io un post..sui due che ho conosciuto..

nonsoloattimi ha detto...

Mi è piaciuto moltissimo ciò che hai scritto... ed è strano quello che mi è successo... hai preso uno spunto, lo hai fatto tuo guardandolo da un'altra angolazione e mi hai permesso di rivedere immagini e risentire sensazioni sotto un'altra luce, forse un pò più cruda ma reale!
Ciao Claudia

Il cane di Jack ha detto...

Grazie Frida, grazie Claudia!

Dama Verde ha detto...

Seguendo Claudia, sono arrivata al tuo blog :)
Lo sto sfogliando da un po' e trovo che mi piaccia.

Posso linkarti sul mio?

Grazie, ti auguro buona giornata!

Il cane di Jack ha detto...

Grazie anzi. Lo farò anche io allora.
Ciao
I.

Frida ha detto...

..il post sui nonni..l'ho scritto e appena postato.E..visto che l'idea mi è venuta dal tuo post..mi è sembrato giusto linkarlo nel mio blog..e l'ho appena fatto..sperando, stavolta, di non aver.."fatto pasticci"..;-)
Frida

nonsoloattimi ha detto...

Ragazzi... ci si trova tutti qui a quanto vedo... mi fa piacere rincontrarvi tutti!
Ciao a tutti!!!un bacio.